Autoconsumo immediato o differito e scambio sul posto: quali differenze?

Autoconsumo immediato o differito e scambio sul posto: quali differenze? Ecco un'altra delle domande più gettonate a cui oggi cercheremo di dare una risposta. L’energia prodotta istantaneamente durante le ore di funzionamento dell’impianto può essere sufficiente per soddisfare i carichi casalinghi oppure no. Quando c’è produzione sufficiente, l’energia viene prima di tutto utilizzata per alimentare i carichi (autoconsumo immediato); l’energia in eccesso, se sono presenti delle batterie, viene accumulata per essere usata in un secondo momento; in alternativa l’energia in eccesso può essere immessa in rete e venduta. Quando la produzione è insufficiente o nulla, si consuma se possibile l’energia accumulata nelle batterie (autoconsumo differito), altrimenti si acquista l’energia mancante dalla rete, come di consueto. Il meccanismo di vendita dell’energia in eccesso alla rete e di riacquisto, in parte o in toto, dell’energia venduta e è chiamato scambio sul posto.

In questo grafico è evidenziata in verde l'energia generata dall'impianto fotovoltaico; in verde scuro quella non utilizzata immediatamente che, a seconda della tipologia di impianto, può essere accumulata almeno in parte per il riuso differito oppure venduta alla rete.

Scopri l'impianto Fotovoltaico più adatto alle tue esigenze

Richiedi il Preventivo Gratuito!
Richiedi il Preventivo Gratuito!
[]
1 Step 1
Non Esitare, Contattaci Subito!
Nome
Cognome
Telefono
Email
Comune
Il tuo messaggio
0 /
Privacy
Previous
Next
powered by FormCraft